ARTROSI DELLA SPALLA

Cos’è l’artrosi?

È l’usura della cartilagine che riveste la testa dell’omero (una sorta di sfera all’apice dell’osso del braccio) e la glena (una superficie piatta, parte della scapola), che porta al blocco progressivo dell’articolazione della spalla.

 

Tutte le artrosi di spalla sono uguali?

No, a livello della spalla l’artrosi può essere di due tipi:

  • L’artrosi primitiva, che si è sviluppata nella spalla senza una causa che ne possa spiegare la comparsa.
  • L’artrosi secondaria, causata dalla rottura cronica dei tendini della cuffia dei rotatori.

Vi sono poi altri fattori che possono portare ad una artrosi di spalla, come l’artrite reumatoide, le sequele delle fratture articolari, la necrosi della testa dell’omero, un’instabilità abituale (lussazioni ripetute) o l’esito di un vecchio intervento. Più raramente può essere data dalla malattia di Parkinson o altre malattie neurologiche.

 

Cos’è una protesi di spalla?

È un’articolazione artificiale che sostituisce l’articolazione della spalla danneggiata.

È costituita da uno stelo metallico (in titanio o in una speciale lega) posizionato all’interno dell’omero ed un altro elemento della protesi fissato nella scapola.

Ci sono protesi “anatomiche”, che riproducono la normale architettura della spalla. Lo stelo metallico che si posiziona nell’omero termina con una sfera.

L’elemento che viene posizionato nella scapola accoglie questa sfera. Quindi, la sfera è dal lato omerale.

Viene impiantata nelle artrosi primitive, che si sviluppano in presenza di una cuffia dei rotatori normale.

 

Un’omartrosi primitiva (o “concentrica”) trattata con impianto di una protesi anatomica.

 

Le protesi “inverse” non riproducono la normale architettura della spalla. Lo stelo metallico posizionato nell’omero termina con una cupola. L’elemento che viene posizionato nella scapola è una sfera chi si articola con la cupola. La sfera è dal lato della scapola: per questo si parla di protesi “inversa” rispetto alla anatomica.

 

  

Una protesi inversa, impiantata in caso di artrosi secondaria a rottura cronica della cuffia dei rotatori (o artrosi “eccentrica”).

 

Quando è necessaria una protesi di spalla?

La protesi ha lo scopo di migliorare la qualità di vita dei pazienti che presentano un’usura dell’articolazione. Il principale beneficio è la riduzione o la scomparsa del dolore,  il miglioramento della mobilità e della funzionalità della spalla.

gianlucaArtrosi della Spalla